Auschwitz

Sorry we haven't translated this yet

Buongiorno Firenza,
dal profondo del cuore voglio ringraziarti per le forti emozioni che lo spettacolo su Auschwitz ha suscitato su mia figlia Camilla.
Ha solo 13 anni anni ma ritengo giusto e doveroso che si renda conto di quanto accaduto in quegli anni terribili, soprattutto quando c'è il solito imbecille di turno (per non dire di peggio) che tenta di mettere in discussione l'orrore dei campi di sterminio. Ieri ne ha parlato a scuola con i compagni e l'insegnante, che ha manifestato l'intenzione di chiamare Nedo Nencioni perché racconti ai ragazzi il suo vissuto. Anche mio marito, che ha accompagnato Camilla, ha detto che è stato profondamente colpito e non credeva, all'inizio, di assistere ad una performance così intensa.

Ci tenevo a fartelo sapere, ancora grazie.

Cinzia